martedì 7 aprile 2009

Si poteva prevedere...

...che l'Italia fosse zona sismica e gli edifici andassero progettati e costruiti in un certo modo o messi in sicurezza?
Direi di sì, io l'avevo previsto in terza elementare guardando nel sussidiario la mappa indicante in rosso le zone a rischio. Che faccio? Chiamo la stampa e allerto i blogger? E ditemi voi se non sono stata più precoce di Giuliani...
Il quid, cari bambinoni miei, non sta nel radon, che è (forse) un epifenomeno suggestivo, ma nell'affrontare il rischio alla radice.
(Suggerimento: in Giappone non fanno solo cartoni animati pornografici...)

NB
Adoro dare la colpa alla popolazione ma non è questo il caso.
Nè do la colpa al terreno che trema.
Impariamo a puntare bene il ditino inquisitore dunque.