lunedì 28 settembre 2009

Eco-Monday: il mio primo passo verso la santità.

Photobucket

Da un pò di tempo non mi sento a mio agio nel mangiare carne. Sarà stata una famigerata puntata di Report (prima la moda italiana, poi la carne...Andiamo Milena, cosa sarà la prossima volta? L'industria dei DIAMANTI? Che, ce l'hai con me? E' personale???), sarà che ho dei cari amici vegetariani, sarà che l'oncologo italiano più glorioso non ne tocca da anni, sarà quelcchèssarà, ma il mio background carnivoro sta cominciando a vacillare.
So per certo che se dovessi mai decidermi ad evitare le carni sarebbe un tragico percorso di astinenza da eroinomane visto che io le bistecche le mangio talmente al sangue che praticamente sono vive.
Però è da un pò che mi sento una merda al riguardo.
Ecco allora che Paul Mccartney, una delle prove più arroganti dell'esistenza di Dio, mi viene in soccorso con un'idea: l'Eco-Monday.
Paul e le sue figlie (Stella (benedetta ragazza) e Mary) suggeriscono di evitare di mangiare cadaveri il lunedì di modo che, almeno per un giorno, riduciamo le emissioni gassose, lo spreco di energie e l'inquinamento legato all'industria della carne.
Non che l'industria delle carote non inquini ma, di fatto, quella delle bestie fa un zinzinello più schifo onde per cui si può provare.

martedì 8 settembre 2009

Il discorso del pop



Il discorso del pop è molto semplice. Siamo debitori al pop e lo siamo al punk.
Il punk ci ha insegnato che anche se non abbiamo studiato canonicamente una cosa possiamo provare a farla mentre il pop ci ha insegnato che anche la "banalità" può essere arte.
Piaccia o non piaccia siamo figli di Mike Bongiorno, non della persona Mike Bongiorno ma dell'icona Mike Bongiorno.
Negare le nostre radici pop è inutile, ipocrita e stupido.
E, badate bene, il dissociarci attuale dalla tv generalista è bene, sviluppare un senso critico oggettivo, riconoscere il potere di un certo tipo di schermi per allontanarcene è pure meglio ma, bimbi miei, quando sento orde di ex spettatori di Bim Bum Bam che, in virtù dell'acquisto di un disco degli Animal Collective, si atteggiano a incattiviti e sprezzanti paladini dell'antinazionalpopolare davanti alla morte di cotanto popò di colonna televisiva mi viene da ridere.
Anche se non ero una sua fan scatenata nè mi stava troppo simpatico.
E mi viene in mente il ridicolo del negare le proprie origini, di una Valeria Marini che alla domanda su dove venisse rispose con forte accento: "Sonno natta a Romma.".
E morire a 85 anni di infarto al Metropole di Montecarlo è stato di gran gusto.

mercoledì 2 settembre 2009

Nun se bbutta gnente.

Photobucket

Sean Lennon e Kemp Muhl e gli altri due sapete chi sono.

Tu chiamale se vuoi emozioni.

Il nuovo video di MaddoNa mi riempie il cuore di gioia.

Ingredienti:
3/6 di molestie sessuali al ragazzino brasiliano Jesus Luz (il quale fa finta di niente sennò lei lo rimanda nelle favelas)

2/6 di MaddoNa che si mette le mano fra le cosce in maniera ammiccante (ma guardandola bene si capisce che non c'è nulla di peggio dell'essersi dimenticate di comprare il Vagisil Intimo)

1/6 di Lurdes, la primogenita, incrocio fra MaddoNa (geni che codificano per peluria italiana) e Carlos Leon (geni che codificano per la bonezza), che mette in atto le acrobazie elastiche imparate alla scuola di ballo (minuto 3:16).

Shakerate tutto insieme aggiungendo la copia firmata Balmain dell'abito indossato da mia madre nel veglione di Capodanno 92/93 (scusa Cristophe, sai che te vojo bbene) e un pò di gente ballerina e datelo in pasto ai media.

PS
La settimana prossima ne esce una seconda versione.
Perchè lo so? Perchè Jesus Luz mi ha ordinato di procurargli del Propofol.

Photobucket