lunedì 31 gennaio 2011

Facebook Per Il Sociale alla riscossa: L'Avatar Della Grande Donna Della Storia.


In questo post spiegherò per quale ragione non metterò la foto di una grande donna della storia come avatar di facebook al fine di prendere le distanze dal concetto maschilistico del magico universo femminile messo in luce dai noti e recenti avvenimenti di politici che vanno a bagasse.
ATTENZIONE SPOILER!
Non metto le foto delle Grandi Donne Della Storia come avatar perchè tale atto sarebbe sessista.
(Se non lo fosse gli uomini metterebbero foto di organismi pluricellulari dotati di una qualsiasi intelligenza per prendere le distanze da Lele Mora.)
Ogniqualvolta ci si sente in dovere di rivendicare la dignità dell'essere femmine è come se si dovesse giustificare la propria vagina e, scusate la mia fastidiosa verve polemica, non mi interessa.
Il fatto che io possieda un apparato riproduttore femminile e non possieda una Y nei miei cromosomi sessuali non mi rende particolarmente sensibile alla causa.
Pur essendo vissuta in un contesto talora maschilista e pur leggendo i quotidiani, non ritengo interessante, nè utile, prenderne le distanze con gesti simbolici.
Non vi offendiate e non ne abbiate a male.
Non ho mai considerato me stessa diversa da un maschio, il solo scriverlo mi fa rabbrividire, nonostante mi trovi ogni giorno a contatto con un ambiente tradizionalmente sofferente di retaggio fallocentrico, non faccio assolutamente caso a chi tratta le donne come soubrettine perchè questo, nella mia personale classifica manichea, è solo uno dei motivi per cui l'interlocutore potrebbe avventurarsi nella squadra dei "Coglioni" che, in maniera politicalmente corretta, comprende individui di entrambi i sessi.
L'altra squadra è quella dei "Rispettabili" e non fa, a sua volta, distinzioni di sesso e razza.
Che poi il ruby-gate eccetera,è una vergogna, la minetti e le amichette, ok, ho capito.
I potenti si sono sempre circondati di troie e se scoperti dovrebbero dimettersi ma, francamente, questo non ha nulla a che fare con me e il solo pensare di dovermi equiparare a questa gente e difendermi dall'immagine che danno dei miei cromosomi sessuali (L'IMMAGINE CHE DANNO DEI MIEI CROMOSOMI SESSUALI. E' ridicolo.) mi metterebbe in condizione di relazionarmi a tali personaggi e questo, scusate, non è proprio possibile per vari motivi: io, per dirne una, so le tabelline.
Non mi sento minimamente offesa da Ruby, nè dall'idea che silvioberluscone o i suoi elettori hanno delle donne anche perchè non credo che le persone degne di nota abbiano idee "sulle donne" o "sugli uomini" così, a compartimenti stagni. Come dite? Qualcuno le ha? Beh, visto che non parlo coi Coglioni a meno che non sia strettamente necessario o, meglio, non mi serva qualcosa da loro (in quel caso parlo lentamente e con fonemi basici, così comprendono), la cosa non mi tange.
Va da sè che ognuno fa quello che vuole e se volete mettere le foto delle Grandi Donne Della Storia su facebook per prendere le distanze dal maschilismo con un gesto simbolico o mostrarvi sensibili a tematiche oncologiche condividendo foto di bambini con l'alopecia o mangiare lardo di colonnata per un anno per combattere l'anoressia fate pure, magnate tranquilli, siete liberi di farlo.
Vi dico queste cose solo perchè ho ricevuto varie mail che invitavano me a fare lo stesso e volevo spiegarvi come mai preferirei piuttosto bere la mia urina (non fate quella faccia, è per fare un esempio ed è sterile, in genere).
Va da sè che questa è la mia opinione personale.
So di non essere simpatica a molti per i miei saccenti pensieri ma, come dico sempre ai bambini (pochi grazie al Cielo) che per loro sfortuna si trovano ad avere a che fare con me: "Non devo starti simpatica e non devo piacerti, devo essere onesta con te."
A volte aggiungo: "Se non la smetti di cercare di attirare l'attenzione con i tuoi discorsi infantili nessuno ti vorrà bene e i gatti cattivi ti mangeranno l'intestino."
Non mi affidano spesso bambini.